Home Minorca Minorca

Minorca

di GranBelViaggio
0 commenti

Se ci siete stati sarete sarete sicuramente d’accordo con me nel dire che Minorca è un’isola che lascia il segno in chi la visita, e molta voglia di tornarci prima possibile.

L’isola di Minorca è una delle isole meno contaminate dall’insediamento umano di tutto il Mediterraneo

Minorca è anche molto facile da raggiungere da vari aeroporti italiani.

Ma cosa ha Minorca di particolare? Cosa ha di diverso dalle altre isole spagnole o italiane?

Minorca

Perché dovresti andare a Minorca

Diciamolo senza mezzi termini: Minorca è un piccolo paradiso.

Una piccola isola spagnola che non può non piacerti se sei un amante della natura, dei paesaggi incontaminati, del mare pulito e trasparente.

Si tratta dell’isola perfetta se vuoi evitare il turismo più di massa, rilassarti e passare una bella vacanza a ritmo calmo.

L’isola è percorribile da un capo all’altro in circa un’ora di macchina, caratterizzata da piccoli villaggi in cui non potete perdere l’occasione di gustare specialità del posto.

Dove si trova Minorca

Minorca si trova nel mar Mediterraneo, a metà strada tra la costa della Spagna e la Sardegna, a circa 150km al largo di Barcellona.

E’ una delle isole Baleari, assieme alle più grandi, e molto più turistiche Maiorca e Ibiza e la minuscola Formentera.

L’isola si trova circa alla stessa latitudine di Sardegna e Puglia.

Quando andare a Minorca

Si tratta di una tipica destinazione estiva, una meraviglioso posto di mare quindi chiaramente il periodo più adatto è l’estate.

Durante l’estate le temperature sono solitamente ben oltre i 30 gradi fino ad arrivare ai 40.

Il fatto di essere un’isola piccola e senza catene montuose rende il caldo più tollerabile: la brezza marina riesce a raggiungere più o meno tutte le zone dell’isola.

Il periodo adatto per visitare l’isola non è soltanto quello che noi consideriamo piena estate: da Maggio a Settembre inoltrato potrete godervi questa isola meravigliosa.

Scogliere Minorca

Cosa Vedere sull’Isola

Tutto. La risposta è tanto semplice quanto non scontata.

Siamo abituati ad andare in posti in cui ci si sposta principalmente per raggiungere un’attrazione specifica. Non credo che questo sia il modo giusto di vivere questa isola.

E’ un’isola piccola, da esplorare da nord a sud in macchina. Attraversandola vedrete paesaggi collinari bellissimi, proprietà delimitate da muretti a secco che fanno anche da contorno alle minuscole stradine dove spesso passa una sola macchina alla volta.

E poi arriverete sulla costa, caratterizzata da paesini in cui fermarsi a bere qualcosa, gustare le prelibatezze locali, dalla zuppa di aragosta (piatto tipico di Minorca) ai più semplici ma ottimi bocadillos (panini). E una paella con una bella birra ghiacciata non ce la vogliamo mettere?

Vi consiglio assolutamente di andare anche a vedere i tramonti nei posti più suggestivi, come i vari fari solitamente ubicati su delle scogliere.

Scopri di più su cosa vedere a Minorca.

Tramonto al Faro Cavalleria a Minorca

Un Mare Meraviglioso

Signori e signore, ecco il vero motivo per cui Minorca è una delle isole più incredibili che visiterete. Il mare è il re incontrastato di Minorca.

Tutto il perimetro dell’isola, da nord a sud, da est ad ovest, è costellato di calette, molto spesso nascoste e difficili da raggiungere.

Troverete acqua cristallina e azzurra, baie con barche a vela ormeggiate nella totale calma di questa perla delle baleari. Fare il bagno in queste acque è un piacere e le spiagge, tranne che nelle settimane centrali di agosto, non sono troppo affollate.

Sono decine e sono molto conosciute, probabilmente avete anche già visto delle foto di queste spiagge, ma non sapevate che si trattava delle spiagge di Minorca.

Cala Macarella a Minorca

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

* Lasciando un commento accetti la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito.